Dopo aver visto il documentario #TheSocialDilemma, un mio #coachee mi ha detto: “Il film mostra come la tecnologia #manipola la nostra #mente. Ma che posso fare? Non posso disconnettermi.”
Anche la sociologa Judy Wajcman l’ha rimarcato (https://lnkd.in/dg-4fTD ):“I migliori #psicologi del mondo vengono ingaggiati dalle aziende per capire come manipolare le persone, per fare in modo che restino sempre online (…): più traffico le tecnologie sono in grado di creare, più profitti si generano”. 

Ho sentito le stesse cose negli anni ’90, a proposito della TV, e quando ho studiato retail. Il marketing influenza le nostre scelte, ma noi possiamo definire la nostra dieta, i nostri bisogni, le nostre possibilità e infine decidere cosa avere in libreria, se accendere la tv, e come trascorrere il nostro tempo. 
Oggi non possiamo semplicemente rifiutare gli smartphone e tornare alla natura; ma possiamo usarli in un modo per noi più funzionale. Per farlo, serve avere consapevolezza di ciò che vogliamo; serve conoscere gli strumenti ed eventuali criticità; infine, servono #strategie e forza di volontà. 

È difficile, ma possibile: se abbiamo imparato a spegnere la tv e anche la mente con la #mindfulness, possiamo spegnere anche il telefono e le relative app.
#neuroactivecoach

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.